Slide FanBox
  • #AttimidiJuve
  • Iscriviti ai Feed Seguici su Facebook Seguici su Twitter Aggiungimi su Google+ Segui il Canale di Youtube
    Sito non ufficiale , non autorizzato o connesso a Juventus Fc Spa.

    Aggiornamento sulle condizioni di Caceres

    Martin Caceres è stato costretto a lasciare il terreno di gioco a partita in corso per via di un problema muscolare alla coscia sinistra, la cui entità verrà valutata dallo staff medico bianconero nelle prossime ore.
    A seguire, ulteriori aggiornamenti.

    Juventus.com

    Juve , Januzaj altro colpo alla Pogba?

    Dopo una prima annata in Premier League da assoluta rivelazione nonostante il pessimo rendimento del suo Manchester United, sono tempi duri per l'attaccante esterno classe '95 Adnan Januzaj. Il talento belga di origine kosovara era reduce dalle 35 presenze complessive della passata stagione, dalle 15 partite da titolare in Premier League condite da 4 reti e 4 assist ed era giustamente finito sotto i riflettori, indicato da tutti come l'astro nascente del calcio mondiale. L'arrivo sulla panchina dello United di van Gaal, tecnico bravissimo a far crescere i giovani, poteva rappresentare il definitivo trampolino di lancio per Januzaj, finito invece ai margini della prima squadra in questo avvio di stagione.

    TROPPA CONCORRENZA - Solo 4 gettoni, tutti da subentrante, in campionato e una presenza sempre più defilata nei piani tattici del manager olandese, che ha sposato la nuova politica societaria di imnvestire ingenti risorse sul mercato per rafforzare una rosa reduce dal fallimento dello scorso anno con stelle di prima grandezza. Ander Herrera, Angel di Maria e Radamel Falcao solo per parlare degli acquisti nel reparto offensivo, colpi che, sommati alla presenza in rosa di Mata, Rooney e van Persie finiscono per chiudere agli spazi ad un giovane bisognoso di continuità per portare avanti il suo percorso. Dopo il rinnovo di contratto fino a giugno 2018 dello scorso anno, la stampa inglese ipotizza già una cessione in prestito a gennaio.

    L'AMICIZIA CON POGBA - Le squadre italiane non stanno a guardare e, per il Daily Express, sono Juventus e Fiorentina ad aver avviato i primi contatti con l'entourage del calciatore. In particolare, non è nuovo l'interesse dei bianconeri per il belga, giocatore schierabile sia come attaccante esterno a sinistro ma anche come mezzala di qualità a centrocampo. Januzaj è grande amico di Paul Pogba, avendo condiviso col francese gli anni nell'Academy del Manchester United, un fattore non di poco conto nel caso in cui si concretizzasse la voglia del club inglese di parcheggiare altrove il ragazzo e lo stesso chiedesse di cercare fortuna altrove. La Juve è pronta ad approfittare dell'occasione, col sogno proibito di strappare ai Red Devils un altro enfant prodige dopo lo "scippo" del nazionale transalpino nell'estate 2012.

    Calciomercato.com

    Juve, pomeriggio di studio per Paratici: presente per Sassuolo-Samp e Atalanta-Fiorentina

    Il mercato, sotto traccia, non finisce mai. Anche una domenica di campionato può diventare una buona occasione per osservare giocatori interessanti e, magari, iniziare a gettare le basi per la prossima sessione di gennaio. Una delle società che sta lavorando di più è sicuramente la Juventus, nella figura del direttore dell’area tecnica Fabio Paratici. Il dirigente bianconero, infatti, era oggi presente al Mapei Stadium di Reggio Emilia per assistere a Sassuolo-Sampdoria; sotto la lente d’ingrandimento, Simone Zaza, possibile acquisto juventino la prossima estate, e Soriano, centrocampista della Sampdoria di Mihajlovic, un profilo che piace molto alla Juve. Al fischio finale, Paratici si è spostato allo stadio Atleti Azzurri d’Italia per Atalanta-Fiorentina, che vedrà in campo tanti giovani talenti italiani nel mirino bianconero. Osservati speciali, soprattutto Baselli, da tempo in orbita Juventus, e Zappacosta, terzino l’anno scorso in forza all’Avellino e che si sta mettendo in mostra anche in Serie A. Senza dimenticare Boakye, ancora di proprietà della Juve. Un pomeriggio intenso per Paratici, pronto a piazzare ottimi colpi di prospettiva. Il mercato non si ferma, la Juventus al lavoro per cercare rinforzi.

    Di Marzio.com

    Juve, Pirlo-Barzagli fanno il tagliando Champions. I due torneranno in gruppo per il Cesena

    L’obiettivo è l’Atletico Madrid, ma Andrea Pirlo vuole arrivare al Vicente Calderon il prossimo primo ottobre con almeno una prova generale nelle gambe. Dopo una lunga rincorsa (si è infortunato al trofeo Tim del 23 agosto), per il regista bianconero comincia una settimana decisiva. Massimiliano Allegri lo attende in gruppo già al prossimo allenamento, quello che lancerà la Juventus nel trittico ravvicinato con Cesena (mercoledì allo Stadium), Atalanta (sabato a Bergamo) e Atletico Madrid (1 ottobre al Vicente Calderon). «Recuperare nei prossimi giorni anche Andrea è importante perché lui ci garantisce tanta qualità», ha sottolineato il “Conte Max”. Il tecnico toscano ha dovuto rinunciare al suo architetto di punta già in quattro partite, tre di campionato (Chievo, Udinese e Milan) e una di Champions (Malmoe).

    Nuovi controlli
    Il semaforo verde di Pirlo è già acceso, ma trattandosi di un infortunio in un punto infido (vicino all’anca), lo staff bianconero procederà con la massima prudenza. Allegri non vuole rischiare più del dovuto e così, come annunciato nei giorni scorsi, il regista si sottoporrà a nuovi controlli medici prima di aggregarsi con Pogba e compagni. In questo caso molto dipenderà dalle sensazioni del giocatore. Pirlo aveva alzato bandiera bianca quando, dopo un primo tentativo di recupero, avvertì dolore nel calciare il pallone. Non un dettaglio per i comuni i mortali e a maggior ragione per il 21 juventino, che vive di cambi di gioco, lanci e passaggi filtranti e in una partita tocca una quantità di palloni industriale.

    Milan-Juve, l'analisi tecnica. Marchisio ovunque: 124 palle toccate, 97 passaggi positivi.


    Milan-Juve, il rimpianto Tevez segna e Berlusconi se ne va. In tribuna Agnelli, Oriali e molti vip.


    [Video] Conferenza stampa Allegri post Milan-Juventus 0-1




    [Video] Interviste post Milan-Juventus 0-1



    [Video] Highlights Milan-Juventus 0-1


    Claudio Zuliani :


    Milan-Juventus, ore 20.45: le probabili formazioni.

    Vidal è partito per Milano con i compagni e a San Siro vorrebbe giocare a tutti i costi dal primo minuto. Massimiliano Allegri è più cauto e si porterà il dubbio fino a questa mattina. La tentazione di schierarlo c’è, ma in vista del tour de force nessuno in casa Juve vuole correre rischi inutili, a maggior ragione con il guerriero, protagonista di un precampionato travagliato. Roberto Pereyra è in preallarme, pronto a prendere il posto del cileno contro il Milan: nell’ultimo allenamento è stato provato l’ex Udinese sul centro destra con maggiore insistenza. «Il recupero di Arturo - ha sottolineato Allegri - è molto importante e in settimana speriamo di fare lo stesso con Pirlo, che ci assicura grande qualità. Lo stesso discorso vale anche per Barzagli e Marrone, che ci può tornar comodo. Averli tutti a disposizione e in buona condizione fisica è sempre un bene, con tante partite davanti. E’ impossibile pensare che possano giocare sempre gli stessi».

    L’altro ballottaggio
    L’altro dubbio riguarda la fascia sinistra: Kwadwo Asamoah è in vantaggio su Patrice Evra, titolare del binario nelle ultime due uscite (Udinese e Malmoe). «Quando Asamoah è tornato dalla Nazionale, Evra ha giocato per la prima volta», ha spiegato l’allenatore bianconero. Sull’altra fascia è pronto a sfrecciare Stephan Lichtsteiner, apparso in gran forma nella prima uscita europea. In mezzo al campo l’unico dubbio è Vidal, per il resto Claudio Marchisio in mezzo con compiti alla Andrea Pirlo e Paul Pogba sul centro sinistra.