Slide FanBox
Sito non ufficiale , non autorizzato o connesso a Juventus Fc Spa.

Ribaltone Juve: Allegri al lavoro per passare al 4-3-2-1 o al 4-2-3-1.

Per adesso va bene così. Max Allegri non trema. Anzi, è fiducioso. La partita di Cesena l’ha confortato: «Sì, perchè la squadra è stata attenta, aveva voglia di fare bene. E poi non credevo che avesse già così tanti minuti nelle gambe». Aspetti positivi, dunque. Perchè, inutile nasconderlo, alla vgilia del test romagnolo ci siaspettava un tracollo. Per due motivi. Il primo è che la Juve a livello psicologico era provata per via della sconfitta subita contro dei dilettanti a Vinovo e poi perchè nell’occasione Allegri schierava dall’inizio chi aveva solo due giorni d’allenamento. Anche se non si è visto neppure un tiro in porta.

Tentazione
«Ma davanti voglio più soluzioni. Sarà molto difficile contro le squadre chiuse e allora dobbiamo avere delle armi in più. Possiamo provare con due punte più vicine, con le ali larghe, con il trquartista. Il modulo? Si concede un dribbling anche se lui è stato centrocampista: «Se avrò i giocatori giusti per la difesa a tre bene, altrimenti cambieremo in corsa». La sensazione è che, come a Cesena, continuerà con il solito sistema ma negli allenamenti comincerà a provare situazioni diverse per poi metterla in pratica nella Champions League: «Contro il Real Madrid ricordo che la Juve disputò due grandi partite e giocò con il 4-3-3», considerazioni rilasciate nei giorni scorsi. Segno evidente che in testa ha altre idee. In questo momento non vuole confondere i giocatori. Prima li vuole conoscere meglio, capirli, instaurare con loro un rapporto di fiducia. Dopodichè metterà in atto le sue strategie anche grazie ai primi riscontri che darà il campo. La tournèe servirà proprio per prendere confidenza con il gruppo visto che sotto l’aspetto tecnico si affronteranno avversari tutt’altro che irresistibili. Insomma, ci sono i presupposti per poter lavorare con serenità.

Il Valencia ha offerto 10 mln per Ogbonna: Angelo dice no! Marotta spera in un rilancio.


Lavezzi vuole l'Italia: è duello Juve-Milan. Può arrivare in prestito. Piace molto ad Allegri.

 



Juve-Fiat, sì da 102 mln in 6 anni. Sponsor maglia: bianconeri primi in Italia e decimi in Europa.

Tra un anno la Juventus vedrà morbidamente cascare sulla propria testa un altro bel paniere di milioni, con allegato un aumento dei ricavi relativamente ai contratti di sponsorizzazione per la maglia. Dopo l’accordo già siglato con il nuovo sponsor tecnico (tra una stagione si transiterà da 15 a 30 milioni annui, bonus compresi, nel passaggio da Nike ad Adidas), ecco la nuova intesa con Fiat Group Automobiles e il prolungamento del contratto firmato 3 anni fa. Con una crescita dell’incasso annuale, per l’appunto: da 13 milioni a stagione, la Juventus salirà fino a quota 17. E così la società bianconera volerà anche sul podio - o meglio: sul primo gradino del podio - nella classifica dei main sponsor in Italia. Scavalcherà il Milan, che dominava con i 15 milioni annui garantiti da Fly Emirates, davanti proprio ai bianconeri e all’Inter (Pirelli, sempre sulla soglia dei 13 milioni). Il marchio Jeep, di conseguenza, continuerà a campeggiare sulle divise bianconere quale sponsor principale della Juventus. Rinnovo del contratto per 6 anni, dunque, dal 2015 al 2021: con ricavi in aumento per un totale di 102 milioni di euro.

Premi e vetture
«Questo rinnovo nasce dalla volontà di proseguire un rapporto di grande soddisfazione per entrambe le società, che ha permesso di intraprendere un cammino comune a livello internazionale, sia sotto il profilo sportivo che industriale, con ritorni economici e di immagine molto elevati per entrambi», si legge nel comunicato diffuso ieri pomeriggio dalla società bianconera. «Fiat Group Automobiles continuerà ad essere l’unico sponsor di maglia della Juventus per tutte le competizioni, a fronte di un corrispettivo annuo, a partire dalla stagione 2015/2016, di 17 milioni di euro, oltre alla fornitura di vetture del Gruppo Fiat a fini promozionali e premi variabili determinati in funzione dei risultati sportivi raggiunti da Juventus nelle competizioni nazionali ed internazionali».

Evra : "Con Conte ho parlato prima dei Mondiali, voleva a tutti i costi che raggiungessi la Juve."

La vicenda Conte si arrichisce di nuovi particolari , raccontanti direttamente da Evra , che spiega che Conte lo cercò prima dei Mondiali , facendo capire che l'addio di Conte fu deciso dallo stesso solo dopo il Mondiale e non a fine campionato come molti giornali e giornalisti hanno raccontato.
Ecco le parole di Evra :

Avevi parlato con Conte prima e con Allegri poi? Ti ha sorpreso il cambio di allenatore? Questo ti ha fatto riflettere un attimo?
EVRA: "Con Conte ho parlato prima dei Mondiali, voleva a tutti i costi che raggiungessi la Juve. Quando Conte mi ha chiamato mi ha fatto piacere, ma come ho detto la società è totalmente grande, c'è il direttore, ci sono i giocatori e penso che queste siano le cose più importanti. Quando è successo, mi ricordo che ero in vacanza e la novità mi ha un po' colpito, dicevo:  ma come è possibile che un allenatore che ti voleva a tutti i costi sia andato via. Però alla fine, ognuno può decidere quello che vuole, ognuno è padrone del suo destino. Io non sono arrabbiato con Conte per niente. Alla fine io sono veramente contento della mia scelta, perchè vengo alla Juventus che ha una grande storia ed è un grande club. Dopo, ho riflettuto un po', ho pensato se la Juve non perdeva un po' di stabilità, ma alla fine no, perchè gli allenatori vengono e vanno via, la società rimane per sempre. Dopo ho parlato con Allegri, mi ha solo detto che era contento di raggiungere un club come la Jventus, alla fine la chiamata è durata due minuti".

Juventus e Fiat ancora insieme per 17 milioni di euro annui!

Juventus e Fiat hanno rinnovato il contratto di sponsorizzazione, siglando un accordo di sei anni, fino alla stagione 2010/21, per un corrispettivo annuo di 17 milioni di Euro, oltre alla fornitura di vetture del Gruppo Fiat e premi variabili determinati in funzione dei risultati sportivi raggiunti.

[Video] La presentazione di Patrice Evra alla Juventus



E' il giorno di Evra

E' il giorno di Patrice Evra. Il francese è ufficialmente bianconero dal 21 luglio e ieri sera intorno alle 21.00 è sbarcato all'aeroporto di Caselle per iniziare la sua nuova avventura. Un'avventura che prende il via oggi: dopo le visite mediche Patrice Evra sarà presentato durante una conferenza stampa in programma presso il Media Center di Vinovo. L'appuntamento, fissato per le ore 15.00, sarà trasmesso il Live Streaming su Juventus.come e su Youtube.

[Video] #BienvenuePatrice!



Auguri Antonio Conte!

Antonio Conte ha trascorso 16 anni al fianco della Juventus. 13 da giocatore, vincendo praticamente ogni trofeo: una coppa intercontinentale, una Champions League, una Supercoppa Europea, una Coppa Uefa, cinque scudetti, quattro Supercoppe italiane e una Coppa Italia. Successi ai quali si devono aggiungere quelli ottenuti negli ultimi tre anni in cui, dalla panchina, ha guidato la squadra ad altri tre scudetti e due Supercoppe italiane, con un campionato condotto da imbattuta e un'altro demolendo ogni record possibile. E oggi che compie 45 anni, tutta la Juve e i suoi tifosi si uniscono nel porgerli gli auguri più sinceri.
Buon compleanno Antonio!